IPSSARCT - CAVALLOTTI incontro e laboratori con i ragazzi della Scuola secondaria di primo grado

in stretta collaborazione con Slow Food Alta Umbria, docenti e alunni dell’istituto professionale alberghiero della città si metteranno alla prova in un momento di condivisione, dove la Scuola parla alla Scuola, focalizzando su uno dei più importanti temi legati all’agricoltura e all’alimentazione, “Dalla produzione alla trasformazione”. I ragazzi delle scuole medie parteciperanno quindi a un laboratorio di biologia per visualizzare, dal punto di vista microbiologico e batteriologico le materie prime (farina, grano ecc..) per poi cimentarsi in un altro laboratorio di trasformazione delle sostanze analizzate in pane o pizza. Il tutto gestito e animato dai ragazzi del Cavallotti. A questo primo esperimento succederanno altri due momenti dedicati al pubblico della Mostra, dove l’arte della cucina si esprimerà nelle migliori forme e sapori con una serie di degustazioni guidate di particolarissimi piatti come: Tortelli di patate e tartufo nero con ragù bianco di chianina, Bocconcini di agnello al tartufo con ciaccia di farro, Mini hamburger di mazzafegato con mostarda di zucca gialla Loggiato Gildoni Bufalini Sabato 28/10/2017 ore 11.00 - 12.30 – 13.30

Dante Sambuchi “questo è l’Olio Extravergine d’Oliva”

Incontro con i ragazzi degli istituti alberghieri per conoscere e capire le differenze dell’oro verde dell’Umbria Diventato ormai riferimento territoriale dell’olio extravergine di qualità grazie alla sua impareggiabile cultura e sensibilità, Dante Sambuchi si cimenterà in un momento dedicato al futuro e agli attori principali di ciò che avverrà nel mondo della ristorazione, i ragazzi degli istituti alberghieri. Un incontro didattico che ha come scopo quello di aprire i giovani alla comprensione della meraviglia che rappresenta questo prodotto millenario. Sambuchi ha infatti come obiettivo quello di trasmettere la conoscenza ma anche l’amore che lo lega all’olio extravergine. Contaminare culturalmente le giovani menti per assicurarsi che svolgano il loro compito professionale futuro, dando a questo preziosissimo prodotto dell’agricoltura umbra continuità e lustro. Una scelta etica, quella di Dante Sambuchi che pone il valore culturale sopra a quello commerciale. I ragazzi saranno guidati in una serie di degustazioni capaci di far loro vivere una indimenticabile esperienza di sensazioni e emozioni. Loggiato Gildoni Bufalini Sabato 28/10/2017 ore 15.30

Centro di Formazione Professionale G.O. BUFALINI

Presenta "Piovono polpette" forme e sapori del piacere globalizzato Sulla linea di una sempre più efficace e attiva collaborazione tra Slow Food Alta Umbria e l’istituzione cittadina più longeva in tema di formazione, si è dato vita a una serie di degustazioni che hanno come scopo fondamentale la riscoperta dei sapori semplici e delle forme del cibo più popolari. Questa particolare attenzione agli aspetti memo effimeri del racconto del cibo si consolida in questo centro di formazione a indirizzo gastronomico che annovera a sé allievi provenienti da varie località del mondo. Un valore aggiunto altissimo che permette di confrontare costruttivamente le tante culture alimentari e dare forma al più efficace sistema di inclusione nell’ambito della società italiana. Un progetto serio e ricco di tantissimi risultati positivi che fanno della Bufalini una vera fucina di professionisti pronti per il mondo del lavoro. La presenza di questa realtà alla Mostra Nazionale del Tartufo prevede due incontri gastronomici, uno dedicato al ricchissimo mondo delle polpette che varca i confini nazionali e un altro a una degustazione di un menù dedicato ai cibi dalla lenta cottura denominato "Stracotti d'amore" che comprenderà: Tonno finto in Giardiniera brilla, Strozzapreti con ragù alla genovese, Stracotto al Sagrantino e crema di patate, Delizia al Mosto Cotto Loggiato Gildoni Bufalini Sabato 28/10/2017 ore 17.00 - 19.30

Slow Food Provocation

la dimostrazione che il cibo "fast" può essere anche buono, pulito e giusto Nato dalla necessità di sfatare l’idea fondamentalista del mondo di Slow Food a contrasto del modello gastronomico americano, presentiamo un progetto che è stato capace concretamente di coniugare la forma del cibo veloce con la sostanza degli ingredienti a filiera corta, dei Presidi e delle produzioni alimentari tradizionali. Artefici di questo esperimento tradottosi in realtà occupazionale, due giovani altotiberini, Stefano Violini e Andrea Ciribilli che proporranno hot dog e hamburger realizzati con farine di grani antichi, carni di suino e bovino allevati e trasformati nell’ambito delle campagne dell’Umbria del nord. Una provocazione tutt’altro che banale e una visione del cibo “Locale” che ha dato conferma di interesse da parte di consumatori di ogni età, per nulla disattenti alla filosofia del cibo di Slow Food. Loggiato Gildoni Bufalini Domenica 29/10/2017 ore 12.30

Flavio Orsini presenta la Fagiolina del Lago Trasimeno

Artefice della prima ora del recupero di questo straordinario legume, Flavio Orsini ci accompagna alla scoperta della storia e delle opportunità gastronomiche della fagiolina, un prodotto che sta trovando grandi consensi perfino nella cucina creativa di alto livello. Grazie alla tenacia e perseveranza di tutta la sua famiglia, Flavio porta avanti una serie di progetti incentrati su questo prodotto che variano nella sperimentazione sia in ambito agricolo che alimentare e farmacologico. Innumerevoli gli incontri che avvengono all’interno della sua azienda al bordo del Lago Trasimeno. Persone di ogni parte del mondo partecipano alle visite guidate nei campi di Orsini, ai seminari sulle metodologie di coltivazione e alle tante degustazioni di questo legume e dei prodotti del suo territorio. Al racconto della sua realtà, Flavio Orsini presenterà una serie di elaborazioni gastronomiche peculiari e incentrate sul preziosissimo legume del Trasimeno come: il Traviolo a Castello, Stracotto sul letto (di Fagiolina), Dolce Fagiolina Loggiato Gildoni Bufalini Domenica 29/10/2017 ore 13.30

Olivier Quesnel e i Micro-Vegetali I germogli in cucina

Personaggio poliedrico e visionario, Olivier Quesnel si dedica all’agricoltura biologica percependola come al centro di molte questioni, non solo umanitarie ma anche politiche e culturali. Quesnel porta in Umbria una novità del mercato ortofrutticolo con un concetto nato in California negli anni 80. I Microgreens (Micro-Vegetali) in Italia sono ancora poco noti ma rappresentano una nuova categoria di ortaggi con caratteristiche ben distinte da quelle dei germogli. Molto più che erbette per abbellire i piatti. I micro vegetali sono verdure nelle fasi iniziali di crescita, appagano gli occhi ma sono anche ricchissimi di nutrienti. In Italia vengono utilizzati soprattutto nella ristorazione d’alta gamma, dove sono apprezzati per le qualità estetiche, decorative e cromatiche, in grado di rifinire in maniera artistica creazioni originali. Un’immediata e lampante percezione visiva di vitalità e freschezza. Olivier Quesnel ce ne illustrerà le tante peculiarità in un incontro con degustazione, capace di aprirci ai nuovi orizzonti del cibo del futuro. Loggiato Gildoni Bufalini Domenica 29/10/2017 ore 15.30

Luca Antonucci un grande maestro delle forme e dei sapori antichi e moderni del Pane

Giovane e espertissimo cultore di Arte Bianca, Antonucci divide concettualmente la sua vita professionale tra sperimentazione, produzione e divulgazione. Volto nuovo di Gambero Rosso Channel, dedica buona parte del suo tempo anche alla ricerca delle materie prime nei vari territori della penisola ma mai tralasciando la sua regione, l’Umbria. Da qui infatti un interessantissimo progetto da lui curato in collaborazione con Spigadoro, sul Farro DOP di Monteleone di Spoleto, un antico cereale che racconta e identifica il territorio della Valnerina, grazie alle grandi qualità di alimento sano, genuino, biologico per natura e fortemente legato alla terra in cui viene seminato e raccolto. Il Farro di Monteleone di Spoleto, unico cereale DOP in Europa, è un prodotto unico da gustare grazie anche alle innovative ricette che Luca Antonucci proporrà al Laboratorio del Gusto di Slow Food Alta Umbria. Loggiato Gildoni Bufalini Domenica 29/10/2017 ore 17.00

La Brigata di Cucina "Carlin Petrini" il risorgimento dei sapori dell’Umbria

chiude i Laboratori del Gusto la degustazione di un menù ispirato alla mitica "Osteria dei Mille", cioè il luogo storico di aggregazione della Condotta Slow Food Alta Umbria. Un progetto culturale nato nell’ambito della nota rievocazione risorgimentale della città di Umbertide. La brigata di cucina che prende il nome dal fondatore storico di Slow Food Carlo Petrini, è composta di veri gourmand e cultori delle più diverse tradizioni gastronomiche del mondo. La degustazione finale sarà pertanto un melange di quanto trattato in tutti i laboratori del gusto svolti nell’ambito della 38° Mostra Nazionale del Tartufo di Città di Castello e un momento di condivisione nell’auspicio che iniziative di questo genere arricchiscano sempre di più l’appuntamento autunnale che la città ha ormai decretato come tradizionale. Loggiato Gildoni Bufalini Domenica 29/10/2017 ore 19.30

La Norcineria dell'Umbria del Nord le attività di Slow Food fra tradizione e innovazione

Incontro di apertura dei laboratori con i Produttori dei salumi d’eccellenza del territorio e con le tante storie legate al loro particolare e secolare lavoro che oggi affronta nuove logiche di mercato ma che predilige la qualità come elemento strutturale dell’offerta legata alle carni secche e salate. Il Laboratorio propone una degustazione di varie tipologie di salumi che saranno coadiuvate da immagini sui vari momenti della lavorazione tradizionale e innovativa. Loggiato Gildoni Bufalini Venerdì 27/10/2017 ore 19.30